Arhatic Yoga

 

Il percorso formativo del pranic healer, una volta raggiunto il terzo livello di preparazione, ha modo di compiere un notevole avanzamento con la pratica di questo tipo di yoga, che il Maestro Choa ha saputo rielaborare da antichi insegnamenti spirituali, per adattarlo alle esigenze delle nuove generazioni.

Si tratta di meditazioni guidate, accompagnate da esercizi fisici e da un approccio introspettivo che conduce il praticante a prendere coscienza degli aspetti conflittuali del proprio carattere e a trovare una propria modalità di superamento degli stessi, agevolato dal supporto spirituale dello Yoga.

Il pranic healer lavora su di sé, abbandonandosi al flusso delle energie spirituali indotto dalle meditazioni, distaccandosi gradualmente dagli stimoli esterni e percorrendo un cammino introspettivo nel suo mondo interiore. A questo punto lascia affiorare alla coscienza gli aspetti più problematici del proprio carattere e lavora su di essi come plasmandoli, per smussarne le asprezze e trovare una dimensione armoniosa di relazione con sé stesso e con gli altri.

E’ un lavoro lento e paziente, che richiede periodi lunghi di esercizio costante, ma che consente al pranic healer di esplorare dimensioni spirituali di livello sempre più elevato, usufruendo così di enormi quantità di energie, a tutto vantaggio non solo della capacità di guarigione energetica, ma anche della struttura della personalità.

Questi insegnamenti si dispiegano in 5 livelli e sono preceduti da un corso preparatorio. Gli istruttori appartengono ad una ristretta cerchia di Maestri scelti direttamente da Master Choa fra i suoi discepoli più vicini; dietro la loro guida gli allievi assistono ai corsi in sedi molto suggestive, lontane dalle contaminazioni urbane, solitamente nella stagione primaverile, quando la natura richiama i sensi e lo spirito verso la rinascita.